Le migliori canzoni da ascoltare alla fine di una storia d’amore

musica-fine-amoreLa fine di una storia d’amore è sempre un momento triste e spiacevole per entrambe le persone che vi erano coinvolte. La musica può aiutare, anche in questo caso, a risollevare un po’ il morale o, a seconda della canzone che si sceglie, a ritornare un po’ con la mente alla storia appena finita. Ecco 10 canzoni che si possono ascoltare quando ci si trova in questo momento particolare della propria vita.

Canzone di Vasco Rossi e Stop crying your heart out degli Oasis sono due canzoni azzeccate. Quest’ultima canzone, uscita nel 2002, ha raggiunto la seconda posizione tra i singoli del Regno Unito, vincendo il disco d’argento, e la prima posizione dei singoli in Italia. La canzone è stata anche usata nella parte finale del film “The Butterfly Effect”.

Segnaliamo anche “Sparirò” di Luca Dirisio, “Cinque giorni” di Laura Pausini e “Non ci sei” degli Studio 3, tre canzoni dal ritmo malinconico che si adattano alla fine di una storia d’amore.

Al sesto posto della nostra classifica c’è Infinito di Raf, mentre al settimo posto inseriamo “Stop! Dimentica” di Tiziano Ferro. L’autore di Roma è particolarmente apprezzato per le sue canzoni melanconiche.

Impossibile dimenticare anche il grande cantautore italiano Renato Zero, con la sua “Mentre aspetto che ritorni”, che narra della fine di una storia d’amore e dell’attesa del (possibile?) ritorno della persona amata.

Chiudiamo con due canzoni degli Articolo 31, dalla lirica un po’ arrabbiata, per far fronte con grinta alla fine di un amore: “Fuck You” con Paola Turci e “Un’altra cosa che ho perso“, secondo estratto dell’album “Messa di Vespiri” del 1994.

Diventare musicista, come trovare un prestito per iniziare una carriera

musicistaDiventare musicista è una strada lunga e tortuosa, che richiede sforzo ed impegno. Oltre che impegno da un punto di vista professionale, ovvero in termini di cose da fare, bisogna anche tenere presente che la carriera di musicista passa anche per un certo impegno economico. Ci sono, infatti, gli strumenti musicali da acquistare, eventuali corsi on-line da seguire, i costi delle trasferte per andare a suonare in un locale della zona o d’Italia e tanto altro.

Se si ha la fortuna di avere già a disposizione un certo “gruzzoletto”, la strada è sicuramente più facile. In ogni caso, anche se non si ha tale fortuna e si necessita di denaro, si può optare per la richiesta di un prestito, magari finalizzato all’acquisto di strumenti musicali.

Come si può trovare un prestito on line per iniziare la carriera da musicista sperando di diventare, magari, il nuovo De Andrè? Le opzioni sono tante e le più facili ed immediate sono quelle dei prestiti on-line, soluzioni vantaggiose ed economicamente convenienti con cui poter avere un finanziamento.

La somma massima che si può avere dipende dalle garanzie che si riescono a fornire, tenendo presente che più garanzie si offrono e più denaro si può ottenere.

Il rimborso della somma di denaro avviene tramite il pagamento di rate mensili di importo solitamente fisso, ad un tasso anch’esso fisso, effettuato tramite RID (addebito diretto in conto corrente) o tramite bollettini postali.

Con la giusta disponibilità economica, anche se chiesta in prestito, si potranno avere sin da subito gli strumenti necessari per poter “sfondare” in questo campo e farsi conoscere.

I migliori corsi di musica online

musicaRiuscire a diventare un musicista è una cosa che in tanti, amanti della musica, vorrebbero fare. Per poter riuscire ad intraprendere una carriera in questo campo occorre perseveranza, capacità innate e ovviamente seguire un corso di musica.

Oggi è possibile optare per tanti corsi di musica, di cui molti anche online (per maggiori informazioni ci sono siti gratuiti interamente dedicati ai corsi online), che possono essere seguiti direttamente da casa in maniera molto comoda, 24 ore su 24.

Se vuoi imparare a suonare la chitarra, i corsi di suoniamo.it sono l’ideale. Potrai imparare a “pizzicare” le corde di questo strumento in maniera unica grazie agli insegnamenti del maestro Giulio Tampalini. La durata di ogni lezione è di circa 40 minuti ed è tenuta in italiano, oltre che in inglese e in spagnolo.

Lezionipianoforte.com è invece il sito web ideale per poter imparare a suonare questo magnifico strumento, “replicare” le canzoni dei più grandi cantautori, anche classici, ed imparare a comporre dei pezzi propri da far sentire ad amici, parenti e, perché no, ad un gruppo più ampio. Il sito web è ben fatto e propone  anche dei video completi e specifici su una determinata particolarità del suonare il pianoforte.

Per chi vuole imparare a suonare il basso, invece, didatticadelbassoelettrico.it è il sito web da seguire. Curato dal maestro Gaetano Ferrara, il sito è il giusto approdo per chi sta imparando a suonare questo strumento ma anche per chi già sa fare più di qualche cosa e cerca di perfezionarsi. La didattica include sia la teoria della musica che la lettura del pentagramma, oltre che lo studio degli stili più belli, come il blues, il soul e il jazz.